Atleta infilzato da giavellotto

Una delle più abusate gag comiche ha avuto luogo ieri sera nella pista atletica dello stadio Olimpico. Salim Sdiri, campione di Francia in salto in lungo, è stato colpito da un giavellotto lanciato dal finlandese Tero Pitkameki. L'uomo è stato portato via in ambulanza e ricoverato al Policlinico Gemelli. La scena, ripresa anche dal maxischermo dello stadio, è stata seguita con angoscia dal pubblico intervenuto al Golden Gala: prima il lancio, poi la traiettoria fuori del cono di gara, quindi l'impatto e l'atleta che si accasciava sulla pista. Il primo a soccorrere lo sfortunato francese è stato l'italiano Andrew Howe, che ha estratto dalle costole di Sdiri la parte dell'attrezzo che gli si era infilata.

Giuseppe Fischetto, medico Fidal: «Ha una ferita di quattro centimetri al costato destro. La punta del giavellotto è penetrata parzialmente nel fianco. Si tratta di verificare se l'attrezzo ha lesionato la pleura o si è fermato alle fasce muscolari». I medici lo sottoporranno a un'ecografia e altri esami diagnostici. Sdiri potrebbe lasciare l'ospedale già in giornata. Per la cronaca sportiva, il lancio di Pitkameki è stato dichiarato nullo.

  • shares
  • Mail