Aperte le segrete di Castel Sant'Angelo

Dopo dieci anni da questa sera - e fino al 26 agosto – saranno di nuovo visitabili le carceri di Castel S. Angelo. L’apertura straordinaria è stata organizzata all’interno della manifestazione “Notti Animate sulle Terrazze di Castel Sant’Angelo”, di cui ci aveva parlato Chiara qualche tempo fa.

Tutte le sere a partire dalle 22 gruppi di massimo venti persone saranno guidati da esperti alla scoperta delle segrete del castello: come leggo su Online-news, per accedervi si scende una ripida scaletta e ci si addentra in piccole celle dalle porte bassissime.

I sotterranei, che furono trasformati in carceri da Alessandro VI Borgia agli inizi del Cinquecento, ospitarono nel corso dei secoli soprattutto prigionieri “d’alto rango”: da Alessandro Farnese (futuro Papa Paolo III) a Giordano Bruno, da Beatrice Cenci, a Benvenuto Cellini, quest’ultimo tra l'altro protagonista di una rocambolesca evasione (Roma Segreta). Durante il Risorgimento invece il Castello fu usato per lo più come carcere politico e vi furono rinchiusi molti patrioti accusati di congiure contro il potere temporale.

Per la visita dovete pagare 2 € in più rispetto al biglietto di ingresso.

Foto | Wikipedia

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: