"Sparare per vivere, vivere per sparare": volantino delle BR a Villa Ada

Una composizione sulle brigate rosse - Flickr: maddaloskaE ti pareva, mi sembrava ovvio: al peggio non c'è mai fine. E così, dopo le aggressioni fasciste di Villa Ada che hanno portato a una manifestazione di protesta ben riuscita, ora sono apparsi i volantini. Delle Brigate Rosse.

"Sparare per vivere, vivere per sparare": una frase un po' cliché, priva in sé di connotazioni politiche - parla solo di violenza - ma accompagnata dalla stella a cinque punte inserita nel cerchio, simbolo dell'associazione terroristica di estrema sinistra. E sotto un bel "Nulla è finito", una minaccia tanto per gradire.

Il documento è stato trovato domenica mattina all'alba, attaccato a un segnale stradale a Piazza Novella (lungo lo stesso percorso del corteo di sabato scorso nel quartiere Trieste). E il Giornale - che ricordiamolo, è politicamente schierato - non perde l'occasione di cogliere la palla al balzo e di fare un excursus sugli atti vandalici ai danni dei circoli di destra ed estrema destra.

Da queste parti, su 06blog, vivaddio si condanna ogni forma di violenza e ogni forma di "terrorismo": che siano di destra o siano di sinistra, non fa differenza. Si tratta sempre di perfetti idioti. Detto questo, però, lasciatemi avanzare un dubbio: a fare un volantino siamo bravi tutti. E anche i gruppi di estrema destra possono imitare quelli di estrema sinistra (e viceversa). Il fatto che mi fa un po' storcere il naso è che questo volantino sia magicamente apparso subito dopo una manifestazione conclusa senza incidenti.

Mi sembra un po' un tentativo di sporcare questa iniziativa antifascista, di delegittimarla. Tant'è che non solo il Giornale ha immediatamente messo in dubbio - tra le righe - l'utilità del corteo e dei pensieri espressi durante lo stesso, ma anche rappresentanti politici di destra hanno cavalcato l'onda della polemica (dal vicepresidente del consiglio regionale di AN, Prestagiovanni, allo stesso Alemanno). Cosa che io personalmente trovo deprecabile. Non so voi.

foto | Flickr

  • shares
  • Mail
27 commenti Aggiorna
Ordina: