Le auto blu (e lampeggianti) della Rai

Bruno VespaChi ha assistito alla consegna del tapiro a Bruno Vespa (Striscia del 29/5/2007, per il video qui) sarà rimasto sicuramente perplesso vedendo una fiammante Bmw Serie 5 al servizio del Bruno nazionale con tanto di lampeggiante come se il dott. Vespa fosse un pubblico funzionario.

La cosa ha lasciato perplesso lo stesso Valerio Staffelli che non ha esitato a chiedere delucidazioni al giornalista il quale prontamente ha risposto: “Sono molte le macchine private che hanno il lampeggiante blu, ci vuole il permesso… e comunque non paga il contribuente”.

Tralasciando quest’ultimo dettaglio, saranno vere le affermazioni del dott. Vespa? Pare di sì, stando a quanto affermerebbe Quattroruote (n. 621):

L’uso dei dispositivi supplementari di segnalazione acustica o visiva è disciplinato dall’articolo 177 del Codice della Strada, che lo prescrive per una serie di soggetti che svolgono funzioni pubbliche. A parziale deroga di ciò, è intervenuto il Ddl 2828 del giugno 2002 che ne ha concesso l’uso anche agli autisti privati di personalità che rivestono incarichi pubblici, i quali, per esigenze eccezionali e temporanee possono essere nominati “agenti di pubblica sicurezza”. Sono i prefetti a concedere i permessi dopo averli proposti all’Ucis (Ufficio centrale interforze sicurezza).

Bruno Vespa dunque diceva il vero, ma restano da verificare le “esigenze eccezionali e temporanee” che hanno giustificato l’uso del lampeggiante, e quindi la libera circolazione dell’auto all’interno delle ztl capitoline come qualunque auto di pubblica sicurezza.

Se ogni alta personalità della Rai avesse a propria disposizione una vettura con lampeggiante vi lascio immaginare quanto si potrebbe ancora fare per la diminuzione delle vetture circolanti nel centro storico.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: