La foto del lunedì: l'invasione degli ultra-piccioni

L'invasione degli ultra-piccioni - Foto: 06blog

Si sa, col caldo le strade di Roma si svuotano di cittadini e - in parte - anche degli stessi turisti, e la città diventa più vivibile. Sempre che si riesca a sopravvivere alle temperature da forno a microonde, ovviamente, senza doversi per forza buttare in un centro commerciale o in viaggi andata e ritorno nei vagoni condizionati della metropolitana.

C'è però una presenza di cui pare non riusciremo a liberarci mai: i piccioni. Questi simpatici animaletti, che su un totem informativo a Piazza Barberini vengono amorevolmente descritti da un graffitaro come sorci volanti, sembrano non soffrire particolarmente l'afa capitolina e trottano allegramente per i cieli della nostra città.

C'è poi chi li sfama pure, questi piccioni, spargendo briciole sul terreno che gli amati uccelletti si affrettano a piluccare. In massa. Capita così che, grazie all'aiuto di un barbone habituée, all'uscita della fermata metro di Spagna che dà su Villa Borghese ci si ritrovi un tappeto di pennuti che ti sbarrano la strada.

Una scena terrificante, alla "Uccelli" di Hitchcock. Non trovate? Io ho avuto un po' timore a passare, sia mai che i piccioni si fossero innervositi...

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: