Veltroni resta sindaco e si candida alla segreteria del Partito Democratico

"Ho preso un impegno con i miei concittadini e voglio mantenerlo". Piaccia o non piaccia, Veltroni ha deciso ed è ufficiale: resterà sindaco di Roma pur accettando la candidatura a segretario del prossimo partito democratico, una carica che però non dovrà ricoprire prima di sei mesi-un anno.

Non erano in molti a dubitare della sua decisione. Le voci già da tempo si rincorrevano e nessuna di queste accennava minimamente alla possibilità di un'uscita anticipata del sindaco di Roma dai suoi incarichi. Giusto? Non giusto? Impossibile o possibile fare le due cose insieme? Già molti altri segretari di partito hanno in passato ricoperto cariche istituzionali, non ultimo il Fini ministro degli Esteri o il Berlusconi Presidente del Consiglio. Per non parlare del Blair sergretario labour e premier. La domanda da rigirarvi è una sola: fa bene Veltroni a mantenere le due cose insieme? In altre parole: è possibile e conciliabile che un uomo politico, di qualsiasi colore esso sia, ricopra due incarichi così importanti allo stesso tempo?

  • shares
  • Mail
39 commenti Aggiorna
Ordina: