Passare una notte sotto i ponti del Tevere - L'iniziativa "Sogno di una notte di mezza estate"

Dormire sotto i ponti del Tevere come un qualsiasi clochard. Provare sulla propria pelle la durezza di un letto di sanpietrini, l’odore notturno dei fanghi maleodoranti del fiume e la scomoda compagnia di topi ed insetti di vario genere.

Deve essere dura la vita del clochard, di chi, spesso senza una colpa, è costretto a vivere e dormire sotto un ponte, il cielo come tetto, il marciapiede come materasso. Ebbene per sensibilizzare la cittadinanza a questi temi la notte del 21 giugno l’associazione Stalker/Osservatorio nomadi, ha deciso di organizzare una notte sotto sul Tevere per capire come vive questa povera gente. L’iniziativa si chiamerà "Sogno di una notte di mezza estate".

Sono tutti invitati, basta un sacco a pelo ed un materassino. Appuntamento il 21 giugno alle 20 sulle riva sinistra di Ponte Garibaldi.

  • shares
  • Mail