Primarie di Forza Italia a Roma, quasi in 50.000 a votare; Berlusconi scherza: "Non ci credo"

Berlusconi e le primarie su un manifesto per le strade di Roma - Flickr: doratagoldAlle primarie comunali di Forza Italia hanno votato in 48.667, quasi cinque volte i circa 10.000 iscritti al partito nel territorio di Roma. Pieno rispetto delle più rosee previsioni da parte degli organizzatori, insomma, per una iniziativa che sembra avere riscosso un forte interesse negli elettori.

"Non ci credo, avete barato, sono troppi, sono partecipazioni bulgare"

Così ha commentato il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, una volta conosciuti i dati di affluenza alle urne. Ci scherza su, forse non ci credeva neppure lui, ma è di sicuro contento: in un periodo di crisi per la sinistra, questo seguito popolare - anche se su scala locale - è certamente rinvigorente. Un esperimento da ripetere, in pratica.

"Da estendersi a tutte le altre realta' locali dove Forza Italia deve aprirsi a chi vuole occuparsi della cosa pubblica e soprattutto a quei giovani che hanno voglia di impegnarsi per dare a se stessi e ai loro coetanei un futuro diverso a quello che avrebbero se la sinistra continuasse a restare al potere"

Le primarie si estenderanno davvero su tutto il territorio nazionale, diventando una routine del movimento politico di destra guidato da Berlusconi? Forse sì, o almeno così sembra volere anche AN, che per bocca di Alemanno si è complimentato per il successo dell'iniziativa. Ma Francesco Giro, coordinatore per Forza Italia nel Lazio, non sembra molto convinto dell'uso di questo strumento sempre e comunque; sicuramente non per scegliere il candidato della CdL alla Provincia di Roma.

foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: