Passeggiate romane: due passi sulla Luna pensando al 1969

Questa sera guardando il cielo notturno è inevitabile fare due passi sulla luna con l’immaginazione, ripensando a quelli di Neil Armstrong durante all’allunaggio del 20 luglio del 1969, veri o falsi che fossero, magari girati da qualche concorrente di Stanley Kubrick che stava realizzando 2001: Odissea nello spazio, a quelli che li hanno anticipati di quasi un ventennio con Destination Moon di George Pal, sin dal 1902 con Le Voyage dans la lune di Georges Méliès.

Chi ci crede può approfittare delle costellazioni e i diorami del Planetario e Museo Astronomico di Roma Capitale, per ricordare il XLIII anniversario dallo storico sbarco con gli “ambasciatori dello spazio” Franco Malerba (primo astronauta italiano a volare nello spazio), Roberto Vittori, Samantha Cristoforetti e Luca Parmitano (giovani leve dell'Esa), in vista della missione sulla Stazione Spaziale Internazionale, prevista per il 2014. Molti di più approfitteranno dei favori della notte e dell’astro romantico .. non so se mi spiego.

Del resto, le immagini dello spazio lunare pubblicate dalla Nasa per sedare gli animi dei complottisti hanno il loro fascino, senza parlare del fatto che sembra abbiano lasciato segni e spazzatura. Stessa cosa il nostro pianeta visto dall'alto e le vibrazioni della musica elettronica che nel corso della serata faranno il loro esordio con il nuovo Astroconcert “La Terra vista dallo Spazio” di Gianluca Masi.

Per i nostalgici dell’allunaggio e quel fatidico passo per mettere piede sulla Luna, compiuto alle 22,17 del 20 luglio 1969 dall’astronauta americano Neil Armstrong, lasciando il modulo spaziale ‘Eagle’, c’è anche la diretta Rai effettuata nello Studio 3 di via Teulada, con Andrea Barbato a dirigere il team di giornalisti che conta Tito Stagno e il duo Jas Gawronsky e Ruggero Orlando, collegati in diretta da Huston.

Oggi anche il primo giorno di Ramadh?n, riguarda gli astri e il calendario islamico, con storia, origini e metodi di determinazione dell'inizio dei mesi diversi dal nostro, ma visto che possiamo considerare la luna territorio neutro, buona passeggiata spaziale a tutti, qualunque sia il vostro credo, anche sull'allunaggio.

  • shares
  • Mail