Crepe al Vittoriano, scavi Metro C sotto osservazione

Complesso del Vittoriano, veduta notturna (foto Flickr by Antmoose)

Problemi che si risolvono, problemi che si presentano. A pochi giorni dalla notizia dei restauri che risolveranno i problemi di staticità del Tempio di Venere, ecco presentarsi l’emergenza crepe al Vittoriano, crepe che attraversano dall’alto in basso i fianchi del monumento.

Problema per la verità sempre esistito a causa dell’irregolarità del terreno dove poggiano le fondamenta e che rischia di acutizzarsi con gli scavi per la realizzazione della fermata Venezia della linea C. Uno degli accessi alle banchine verrà infatti realizzato proprio sotto al monumento, lato via dei Fori Imperiali, preoccupando non poco la Sovrintendenza Archeologica di Roma.

Viene da chiedersi se il Vittoriano sia attualmente a rischio crollo. Ha risposto ai giornalisti di Repubblica (Cronaca di Roma) l’ing. Luciano Marchetti, direttore regionale dei Beni Culturali:

A rischio crollo sicuramente no, ma se il cedimento delle fondamenta che ha provocato le lesioni dovesse accelerare, allora comincerebbero a cadere gli stucchi e i pezzi di muratura. […] Sarebbe prima di tutto in pericolo l’incolumità delle persone, inoltre ci troveremmo in una situazione di grave degrado del monumento.

Si apprende poi dalle parole dello stesso ingegnere che la società Roma Metropolitane ha fatto inserire dei sensori all’interno del monumento che serviranno a valutare l’entità dello spostamento dell’asse dello stesso. Tutto ciò al fine di realizzare in sicurezza gli accessi alle banchine senza compromettere la staticità del monumento. Che sia il preludio di ritardi nei lavori il cui termine è previsto nel 2011?

Via | Repubblica.Roma

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: