Metropolitana Roma: linea A interrotta - B1 stand by

Roma “D'agosto moglie mia non ti conosco”, al contrario del trasporto pubblico che si fa desiderare già da un po’, a causa dell’orario estivo, dei cantieri, dei continui disagi sulla linea B, dall'11 al 25 agosto anche grazie al servizio interrotto tra Termini e Ottaviano, sulla linea A della Metropolitana, per i lavori di ammodernamento tra le stazioni di Lepanto e Flaminio.

Venerdì 10 agosto e sabato 25 agosto, quindi le ultime corse dai capolinea della Linea A partiranno alle 23.30, e per tutta la durata dei lavori, il tratto interrotto resterà servito da navette Atac “MA5” con capolinea in piazza dei Cinquecento (di fronte ai capolinea bus, lato viale Enrico de Nicola) e in viale Giulio Cesare (angolo via Ottaviano, vicino all’accesso della stazione metro).

Questa fase dei lavori di ammodernamento, riguarda l’installazione di un materassino antivibrante e parziale rinnovo del pietrisco sotto i binari (ballast) e dei binari stessi; montaggio di pannelli fonoassorbenti su tutto l’attraversamento all’aperto, in corrispondenza del ponte Nenni sul Tevere, e sui due tratti terminali di galleria dall’una e dall’altra parte del ponte; installazione di una copertura totale con pannelli di vetro stratificato di sicurezza sulla sede ferroviaria all’aperto e agli imbocchi in galleria.

Dopo i precedenti causati dall’apertura del primo tratto della linea B1 da piazza Bologna a Conca d’Oro, è lo stesso sindaco Alemanno a dare notizia dei ritardi sul prolungamento dell’ultimo tratto della linea B1, a margine dell'audizione informale in commissione Trasporti della Camera.


"Bufalotta è ancora ferma, stiamo valutando varie proposte. Ma il project financing che e' stato presentato non e' convincente. Troppo impatto urbanistico. C'era un eccesso di cubature difficile da sistemare".

Tutto questo mentre l’armata delle tenebre si scatena tra gli scheletri nell’armadio di Atac, da un po’ per i 23 milioni bruciati dall’operazione di finanza creativa del consiglio di amministrazione in carica nel 2003, con un contenzioso tra vecchi e nuovi amministratori di Atac Spa che non ci cambia di una virgola le pessime condizioni in cui versa l’azienda di trasporto pubblico.

  • shares
  • Mail