Valentino: 200mila euro per restaurare il Tempio di Venere

Veduta notturna del Tempio di Venere, Roma (foto Flickr by Antmoose)Ammettiamolo, se nel nostro paese vi è una quantità incalcolabile di opere dall’elevato valore artistico e architettonico, dobbiamo molto ai grandi mecenati del passato che ne hanno finanziato la realizzazione.

E adesso? In un periodo in cui (almeno in Italia) le grandi realizzazioni architettoniche sono più dettate dall’aspetto funzionale che non da quello estetico-artistico, i ricchi di oggi si dilettano a finanziare i restauri di opere del passato. È da segnalare infatti la lodevole iniziativa dello stilista Valentino che, prossimo ai festeggiamenti per i 45 anni della sua attività e alla presidenza di AltaRoma, ha deciso di donare ben 200 mila euro per il restauro del Tempio di Venere, come ci aveva già anticipato Claudio.

Emergono i particolari: il sovrintendente ai beni archeologici di Roma, Angelo Bottini, ha dichiarato che il denaro servirà nello specifico ad effettuare un check-up di valutazione del monumento e un successivo restauro che conferirà alla struttura quell’intonaco necessario a proteggerla dagli “attacchi della pioggia, delle variazioni climatiche, dello smog e della vegetazione”.

Con quest'intervento in pratica si conferirà una buona staticità al tempio che tuttora manca. I lavori cominceranno a breve e i risultati più importanti si vedranno già entro l’estate.

Ma non finisce qui: il 6 luglio, in occasione di una cena di gala per le celebrazioni dei 45 anni di attività dello stilista Valentino, una scenografia realizzata da Dante Ferretti con luci e colonne di vetroresina darà l’illusione di entrare al Tempio di Venere nel periodo del suo massimo splendore. Unica nota stonata: potranno ammirare da vicino quest’ultima meraviglia solo i 300 superospiti dell'evento.

Via | Repubblica.Roma

Foto |Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: