Spending review: i buchi del campidoglio aumenteranno l'Imu o l'Irpef?

Le ombre che si addensano sul Capidoglio sono sempre più fitte e insidiose, me se un colpo di spugna può mondare l’animo candido di Abele-Piccolo lordato da tutti i mali del fratello Caino-Piccolo (ora dobbiamo solo capire chi è Caino e chi è Abele), è più difficile infilare sotto il tappeto i “Buchi” che lo spending review rischia di rendere crateri.

Sgranando il rosario di tagli e ammanchi, “finora accertato” tra i 120 e i 150 milioni, quindi il sindaco in giunta paventa anche quel ritocchino dei conti che o alza l'aliquota Imu sulla prima casa o l'addizionale Irpef.

In sintesi per recuperare tra i 44 e i 45 milioni per i servizi sociali, 50 per Atac, 12 per l'assessorato all'Ambiente e circa 50 milioni di nuovi sacrifici previsti dal decreto sulla spending review, ci sono solo due soluzioni, una peggio dell’altra.

Innalzare di un altro punto l'aliquota sulla prima casa, che passa dal 5 al 6 per mille, ovvero al massimo così come già fatto su seconde case e locali commerciali, frutterebbe 150 milioni. Oppure in alternativa si valuta anche la leva dell'addizionale Irpef, già allo 0,9 per cento (oltre il tetto massimo fissato allo 0,8 per tutte le altre città) ma per qualcuno offre ancora margini di manovra.

Che si opti per l’uno o per l’altro, possiamo iniziare a metabolizzare il danno e la beffa, dopo le plateali rassicurazioni sulla mancanza di ulteriori ritocchi dell’aliquota Imu per il saldo. Questo in aggiunta al piattino che arriverà dalla Regione, dove la Polverini ha già annunciato "Tagli per più di 5 miliardi di euro" che andranno a colpire ulteriormente la sanità e il trasporto pubblico locale già disastrati. La Provincia ha i giorni contati ma rischi di lasciare in eredità al debito pubblico i 263 milioni della nuova sede, mentre i sindacati di categoria FP CGIL, FLC CGIL, UIL FPL, UIL PA e UIL RUA si preparano alla piazza, ma a settembre con il fresco, dopo le ferie, con lo sciopero generale del lavoro pubblico, contro l'ennesima manovra.

Foto | Wikimedia

  • shares
  • Mail