Sapienza, nuovi campus e nuovi alloggi per gli studenti: ma basteranno?

La Sapienza a RomaC'è chi parla di 2 campus, c'è chi parla di 3 campus, c'è chi nomina un migliaio circa di nuovi posti letto e chi - come il Rettore Renato Guarini - di alloggi invece ne ha promesso almeno 3000. Insomma, ci sta un po' di confusione ma una cosa è certa: tira aria di cambiamento alla Sapienza.

Il piano di assetto generale (Pag) ormai va avanti da qualche tempo - per l'esattezza 27 mesi, come ci ha fatto sapere il "pro-rettore con delega all'Edilizia", titolo pomposo tipico dell'ambiente universitario - ma ormai siamo a un buon punto: un progetto del valore di circa 500 milioni di euro, 300 dei quali saranno ottenuti attraverso un finanziamento pubblico (148 dal Ministero dell'Università, gli altri dalla Banca Europea degli investimenti). E gli altri 200? Si spera nel project financing.

Il lavoro più imponente sarà quello che riguarderà un nuovo campus nel quartiere di Pietralata: circa 71 metri quadri da edificare, dedicati a strutture universitarie varie ed eventuali e ad un minimo di 600 nuovi alloggi per gli studenti. Ma sono previsti altri lavori e costruzioni anche a Santa Maria della Pietà, oltre che il recupero della ex-Snia Viscosa, sulla Prenestina.

Ma la domanda è: basteranno? La Sapienza soffre da tempi immemori di problemi di spazio (sono ormai diventate mitiche le lezioni in cinema dismessi e spazi vari ed eventuali), come anche di sovraffollamento da studenti. Migliaia e migliaia di nuovi iscritti l'anno. Anche con una stima ottimistica di circa 3000 nuovi posti letto, si riuscirà finalmente a offrire un servizio alloggio decente agli studenti fuorisede e non?

La Sapienza - e non solo lei - ha ancora da fare molta strada, prima di colmare il gap che la separa dagli altri atenei europei.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: