Differenziata: Roma cresce e tocca il 21,35%

Differenziata: a Roma si arriva al 21,35%. Cresce, ancora lentamente ma cresce. Parliamo della raccolta differenziata nella Capitale che secondo i dati resi noti ieri dall’Ama ha toccato i livello di 21,35%, in aumento rispetto al 20,61 relativo allo stesso periodo del 2006.

In realtà il valore assoluto della differenziata raccolta è stato un lusinghiero più 8% e tutto ciò rispetto ad un aumento totale di spazzatura pari al 5%. Numeri e cifre asettiche, tradotte, stanno a significare che se a Roma si producono sempre più rifiuti, anche grazie alla crescita del turismo, cresce contemporaneamente la quantità di riciclata.

Il trend è chiaramente molto positivo e decisamente in controtendenza con i dati del Lazio, posizionato molto indietro rispetto a Roma. Arrivare al 30% come indicato dal famoso decreto Ronchi? Ci si può riuscire ma la via maestra per accorciare i tempi è senza dubbio la raccolta porta a porta che a Colli Aniene, come ricordato qui su 06, ha portato al 60% di differenziata in un solo mese. E a tal proposito oggi sull'edizione cartacea di Repubblica l'assessore all'ambiente Esposito faceva sapere di voler estendere a tutta Roma il servizio di raccolta "door to door". Segue qualche dato interessante.

Cosa si ricicla di più? La carta, la cui raccolta differenziata è passata da 43.700 tonnellate a circa 50.000 (+ 14,5%). Le ore di spazzamento totali, invece, sono aumentate del 10% ed è stato superato per la prima volta la soglia 90% fissato dal contratto di servizio per la pulizia e il decoro delle strade. 465.500 tonnellate (+5%) è la produzione totale di rifiuti a Roma.

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: