Metropolitana Roma: oggi più sporca, domani più sicura, aspettando lo sciopero di venerdì 20 luglio

All’orizzonte di questo venerdì, per alcuni c’è la partenza per l’agognata vacanza, per molti di più, l’amara consuetudine regalata dallo sciopero del trasporto pubblico, che dalle 8.30 alle 12.30, mette a rischio le corse di autobus (anche Cotral), filobus, tram, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo, fino alle 14.00 circa qualora venisse chiusa la metropolitana.

La metropolitana “sporca, brutta e cattiva”, stile far west, che offre tutti i giorni vagoni popolati da mendicanti, musicisti ambulanti e borseggiatori, stazioni affollate, calde, sporche e poco sicure, con telecamere sempre accese e pochi a sorvegliarle, tanto sulla linea A che sulla linea B, dove le cose sono peggiorate sensibilmente con l’arrivo della B1.

Un piccolo tratto di strada ferrata, inaugurato al sorgere del sole, che ha registrato il primo guasto dopo poche ore, e una tale valanga di guasti e ritardi a seguire, con pesanti ripercussioni su tutta la linea B, da attivare una commissione di inchiesta e ora anche una possibile indagine della magistratura. Questo anche se dopo ‘un mese’ è stato finalmente risolto l’errore di software che continuava a bloccare i treni nel deviatoio di snodo che si trova a piazza Bologna. Dalla commissione arriva la rassicurazione.

«Ansaldo ha provveduto a risolvere il problema elettronico che ha causato il blocco della B1. Si trattava di un errore di software che indicava una falsa occupazione di binario. Ora è stato tutto aggiornato e risolto. Comunque ci sarà un periodo di monitoraggio che durerà diversi mesi».

Atac del resto assicura una squadra d’emergenza per la pulizia delle stazioni, diventate vere discariche a seguito delle ripetute astensioni dal lavoro dei dipendenti, la prossima venerdì, insieme al presidio di due guardie giurate per far fronte ai guasti, mentre continua ad installare, fino a dicembre 2012, più di 100 colonnine SOS per richiedere l'intervento di soccorso.

  • shares
  • Mail