Gelaterie a Roma: qual è la panna più buona?

Gelaterie a Roma

Una vera e propria 'scuola di pensiero': alla domanda "La panna la vuole?" c'è chi inorridisce, chi considera l'aggiunta un ulteriore strappo alla regola sulla quantità di calorie che si concede, chi la vuole doppia (sul cono e in cima al gelato), chi all'inizio nicchia e poi si lascia scappare un "Ma sì...".

Come per i migliori gusti del gelato a Roma, ognuno ha una sua personale 'mappa' che condivide gelosamente solo con gli estimatori più intimi, perché la panna non è uguale in qualunque gelateria capitolina. Più o meno dolce, più o meno soffice, più o meno densa. Comunque l'aggiunta di panna è gratuita, un omaggio del gelataio. Vi sembra scontato? Niente affatto. Nel nord Italia la panna si paga. Una famosissima catena torinese che ha aperto tre sedi a Roma, sta tentando di cambiare le regole anche qui da noi. Leggete dopo il salto cos'è accaduto...

Ieri sono stata nel negozio XXXX in Via YYYY. Il gelato era buono, come molti (non tutti) i gelati a Roma. Sono però rimasta disgustata quando prima di pagare mi è stato chiesto se volevo la panna, e ho saputo che la scelta avrebbe comportato il pagamento di un extra. Io di solito non prendo la panna, ma il fatto mi ha colpito. Eviterò di tornare in un posto come il vostro con amici stranieri per fare figure così poco signorili, e non aggiungo altro.

Così inizia il racconto della storia su questo sito. Ostinata presa di posizione? Forse, ma quanto è giusto modificare le abitudini di una città in nome del profitto (e di una consuetudine 'esportata' senza la minima considerazione per il nuovo mercato)? Voi cosa ne pensate? E qual è secondo voi la panna migliore di Roma? Gratuita, ovviamente...

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: