Si avvicina la parata... e anche le polemiche

Tra temperature ballerine e nuvoloni si avvicina il 2 giugno, Festa della Repubblica. Reintrodotta da Ciampi nel 2001, questa giornata di celebrazioni prevede la tradizionale parata di via dei Fori Imperiali e anche se quest’anno il programma dell’evento è stato leggermente ridotto (80 minuti di durata più 10 di presentazione), come di consueto vedremo sfilare tutte le forze militari del paese oltre a corpi civili quali la croce rossa, la protezione civile ecc…

Dettagli a parte, è certo che con la parata non tarderanno ad arrivare le polemiche, sempre le stesse da diversi anni a questa parte. “La manifestazione non s’ha da fare, è un oltraggio al pacifismo!” è in sintesi (donabbondiana) il pensiero di molti esponenti politici, provenienti soprattutto dalla sinistra radicale. “La sinistra non rispetta le forze armate e chi ogni giorno s’impegna per il bene e la sicurezza del paese e della comunità internazionale!” la classica replica del centrodestra.

Insomma ogni anno la manifestazione (bella, devo ammettere) viene celebrata e ogni anno si ripetono le polemiche, a parlare sono sempre i politici nazionali e mai i cittadini romani che “ospitano” in casa propria la parata. Voi che ne pensate? È giusto che la nostra città “ospiti” un evento del genere? Qual è la vostra posizione riguardo alla questione morale sollevata dalla sinistra? Mi raccomando moderazione.

Video | YouTube

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: