Terremoto a Roma 9 luglio 2012: l'INGV spiega

Terremoto a Roma - 9 lugio 2012

Il terremoto di oggi, 9 luglio 2012, a Roma, avrà colto un po' di sorpresa i romani, forse. La scossa a sud Ovest di Roma, in un'area compresa tra i comuni di Colonna, Monte Porzio Catone e Monte Compatri, però, non è la prima della zona. E, come ricorda il fisico Salvatore Barba dell'INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia), non deve affatto stupire, visto che tutta l'Italia è notoriamente una grande zona sismica.

Barba spiega, per esempio, che fra l'aprile del 1989 e il marzo del 1990, un po' più a sud dell'epicentro del terremoto di oggi, si verificò una sequenza sismica di un anno, con decine e decine di scosse (e con una magnitudo massima di 4). Pare, inoltre, che nel 1907 nella stessa zona ci fu un terremoto con magnitudo pari a 5 (l'incertezza sulla magnitudo deriva dal fatto che all'epoca non c'erano strumenti per verificare.

Il sismologo Alessandro Amato, sempre dell'INGV ha chiarito anche al Messaggero l'origine della scossa di oggi:

«Le attività sismiche dei colli Albani sono dovute alle fasi tardo-magmatiche del vulcano con movimenti via via più deboli; la sua attività è iniziata circa 500.000 anni fa».

Nell'ambito del progetto Hai sentito il terremoto, inoltre, l'INGV, attraverso i questionari compilati spontaneamente dai cittadini che avvertono eventi sismici, compila una mappa che riporta le località dove il terremoto si è sentito e i dati tecnici.

Eccoli, per la precisione:

    Data e ora locale: 09 Jul 2012 17:13:43
    Coordinate Epicentrali
    Latitudine: 41° 52' 26"
    Longitudine: 12° 43' 12"
    Zona: Monti Cornicolani-Aniene
    Magnitudo Richter: 3.5
    Profondità: 10.0 Km

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail