Terremoto a Roma: paura, ma nessun danno

Roma: il terremoto del 9 luglio 2012Alle 17.13 di oggi è stata avvertita una scossa di terremoto a Roma. Si tratta del primo terremoto a Roma nel 2012. Secondo quanto riferisce l'osservatorio dell'INGV l'evento sismico ha avuto il suo epicentro nella zona sud est della Capitale, esattamente fra Valle Martella e la località di Gallicano nel Lazio, a pochi km dai Castelli Romani. A Roma il sisma è stato distintamente avvertito, in particolare ai piani più alti, al punto da spingere i cittadini a riversarsi per le strade.

Nessun danno è stato segnalato, la magnitudo registrata dai sismografi dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia è stata di 3.5 MW sulla scala Richter con una profondità di 10 km. Più che sufficiente per spaventare gli abitanti delle zone colpite, ma non abbastanza per causare problemi alle strutture.

La curiosità attorno all'epicentro è più che giustificata tenendo conto che raramente i terremoti vengono avvertiti a Roma. Il caso più recente risale ad un anno fa, l'11 luglio 2011 alle 20.13, quando una scossa di magnitudo 3.2 localizzata nella zona dei Monti Sabatini aveva fatto sobbalzare i romani. Ancora più indietro bisogna risalire al devastante terremoto de L'Aquila, quello delle 3.32 del 6 aprile 2009, che svegliò molti abitanti della Capitale, pur senza provocare alcun danno a cose e persone. Chissà in quanti saranno riandati con la memoria al terremoto fantasma previsto per l'11 Maggio 2011, la bufala che da internet si era diffusa causando il panico fra molti creduloni. Per i più curiosi basta dare un'occhiata alla più recente mappa sismica del Lazio che mostra chiaramente come Roma sia sostanzialmente fuori pericolo, nonostante i suoi edifici (anche quelli strategici) non siano adeguati a resistere ad un terremoto.

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail