Veltroni: nella capitale niente stadio per la Lazio

Società Sportiva LazioLo “Stadio delle Aquile” si farà, ma non a Roma. Il sindaco Veltroni ha dato pieno appoggio al desiderio del presidente Lotito di costruire un impianto ad hoc per la squadra biancoceleste che svincolasse quest’ultima dall’Olimpico e dalla “coabitazione” con i cugini giallorossi, escludendo però l’ipotesi che si possa costruire nella capitale e indicando Fiumicino come collocazione ideale della nuova struttura.

Il presidente della SS Lazio ha espresso la propria gratitudine per l’appoggio dato dal primo cittadino capitolino ma afferma che si tratterebbe solo di “sostegno morale e non sostanziale” in quanto non spetta al sindaco di Roma la competenza per la collocazione di un impianto sportivo al di fuori del territorio comunale. Aggiunge poi che si tratterebbe di “scelte politiche” e che lo stadio anche fuori Roma si farà, dal momento che numerosi comuni adiacenti a quello capitolino hanno dato disponibilità per la costruzione dello stadio dei biancocelesti.

Lo stesso sindaco di Fiumicino (Mario Canapini, Cdl) ha espresso piena disponibilità per la costruzione dell’impianto nel proprio comune dichiarandosi in attesa di indicazioni da parte del presidente della Lazio. Secondo il sindaco Canapini il territorio più indicato per la collocazione della struttura sarebbe l’area della Roma-Fiumicino.

Chissà cosa ne penseranno i cittadini romani (e soprattutto i tifosi laziali) del “trasloco” della Lazio in un altro comune. La parola a voi.

Via | Messaggero

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: