Nuovo Mercato di Testaccio: la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale

Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale

Nella città eterna proiettata al futuro la spesa al mercato rionale diventa ecocompatibile e nel nuovo Mercato di Testaccio, appena inaugurato nella centro polifunzionale tra le vie Volta, Galvani, Franklin e Ghiberti, si fa già fronte alla concorrenza della grande distribuzione con un mix attraente e funzionale di vecchie tradizioni a nuove sensibilità.

Al riparo dalle bizze del tempo, del commercio illegale e in linea con la normativa sul risparmio energetico e l’abbattimento delle barriere architettoniche, nel piccolo borgo luminoso e arieggiato il piacere di fare la spesa più genuina e conveniente si rinnova su 5000 mq di spazio super funzionale, tra 103 banchi dal design immacolato, 2.550 mq di percorsi pedonali e spazi pubblici a prova di ogni genere di rotella.

Nella struttura, progettata dall'architetto Marco Rietti per restare aperta su tutti e quattro i lati, per tutto il giorno, il tour tra i banchi assicura frutta e verdura fresca a km zero (anche bio), pesce, carne, prodotti caseari e da forno a prezzi da mercato, come l’atelier di design indipendente, le botteghe di libri usati e quelle di scarpe, abbigliamento, tessuti, casalinghi e accessori nuovi.

Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale

Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale

L’apertura ufficiale è stata rimandata a lunedì 2 luglio 2012 e inaugurata dal sindaco Gianni Alemanno con gli assessori Davide Bordoni (Attività produttive), Fabrizio Ghera (Lavori pubblici) e il consigliere allo Sport Alessandro Cochi, ma l’allestimento della struttura continua, al profumo e il fragore del mercato si aggiunge quello degli operai al lavoro nei banchi ancora vuoti, che alla luce di quelli già aperti appaiono già pieni di potenzialità.

Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale

Tra vino sfuso e fiori freschi, latticini dop e pane per celiaci, cibo per animali e attrezzatura per biker metropolitani, abitini usati e scarpe di campionario a prezzi stracciati, insieme al banco che vende panini espressi con bollito e trippa romana a 3 euro, c’è Lo Spaccio di Testaccio zeppo di accessori per la cucina dal sapore vintage, smaltato come i mestoli della nonna o stampato con porri e carote da shopper, vicino a "20metriquadri" di Design à porter.

Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale

20metriquadri di cassette trasformate in scaffali da Massimiliano Rubcich, Maria Vittoria Vicari ed Emanuele Vitale, che facendo tesoro della lungimiranza di Bruno Munari, già da un po’ portano al mercato rionale design indipendente, autoprodotto, recuperato, con "Frammenti di vita" da indossare, lampadari green a vista, tatuaggi Polaroid, portafogli di carta riciclata, portacandele ispirate al gasometro poco distante ma anche al Colosseo, e tutto quello per serve a chi non ha bisogno di trofei ma di ironia, spendendo al massimo da 5€ a 200€ (anche al Mercato rionale di Prati in Piazza dell'Unità 53).

Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale

Insomma tutto quello che avreste sempre voluto trovare ‘anche’ al mercato, tutto l’anno e per tutto il giorno, con un sistema di ventilazione naturale e una copertura di pannelli traforati e fotovoltaici che protegge dal sole e dall'acqua in tutte le stagioni, e rende piacevole fare la spesa ‘all’aperto’, anche in questa rovente estate romana.

Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale

L’area in cantiere da fine maggio 2008 a giugno 2012, è stata realizzata in project financing a costo zero per Roma Capitale, con 18 milioni di euro a carico del concessionario privato, in cambio della gestione economica del complesso, ospita anche servizi di ristorazione, gli uffici provinciali di PortaFuturo e un parcheggio interrato di 6mila metri quadrati con 270 posti auto.

Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale

Si cambia ritmo e stile al mercato rionale conservandone pregi e virtù, nella nuova struttura incastonata tra il vecchio mattatoio e le case popolari, all’ombra di un monte dei cocci del quale custodisce peraltro “circa mille anfore da vino e salsa di pesce risalenti ad un periodo che va dal I Secolo A.C. al I Secolo D.C.”, rinvenute durante gli scavi nella superficie sotterranea di 7mila metri, che la soprintendenza archeologica potrebbe rendere visitabile nel giro di un paio di anni, ma si può sbirciare da subito sporgendosi (non troppo) dal parapetto centrale del crocevia di percorsi.

Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale

Una struttura working in progress come la capitale che guarda al futuro, e solo nel vecchio rione ha già in cantiere il parcheggio in project financing bloccato nel campo Testaccio, l'ambito ex-mattatoio e ovviamente la piazza dell’antico mercato, presto chiusa, derattizzata e liberata dei vecchi banchi, che entro l’anno dovrebbe tornare al quartiere, stando al referendum degli abitanti, senza cancellata.

Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale
Nuovo Mercato di Testaccio - la spesa nella nuova struttura ecosostenibile della capitale

Per ora nella piazza restano gli ambulanti, che gli abitanti di via Aldo Manuzio non vogliono sotto le loro finestre e dalle quali spuntano lenzuola e cartelli eloquenti riguardo la protesta che finirà sul solito tavolo tecnico.

  • shares
  • Mail