Caro Walter, ma quanto ci costi? Veltroni il sindaco più pagato d'Italia

Banconote, monete, euro - Flickr: Robert BrookQuasi diecimila euro al mese, per la precisione 9.762 euro lordi: Roma può dire di detenere un nuovo record, quello del sindaco più pagato d'Italia. Stiamo parlando dell'indennizzo mensile che il nostro Veltroni prende per il suo lavoro di amministrazione cittadina, a cui vanno - ovviamente - aggiunti tutti gli altri costi annessi, compresi gli apparati di rappresentanza all'estero.

In una particolare classifica che vede concorrere i 24 comuni più grandi della penisola, Walter si è classificato al primo posto superando la collega Moratti ferma al quinto, il torinese Chiamparino al settimo e anche la napoletana Iervolino, che però scende a differenza dei suoi colleghi sotto il tetto dei 9000 euro e si piazza solo all'undicesimo posto. A fare compagnia a Roma sul podio - invece - ci sono Bologna con Cofferati e la sorpresa di Bari, arrivata terza col sindaco Emiliano.

Le cifre ce le dà uno studio dell'Ansa che ha raccolto ed analizzato dati forniti dagli stessi Comuni e Provincie italiani nel 2004, assieme a quelli delle comunità montane. Il quadro che ne esce è di una politica amministrativa dai costi decisamente elevati, per un totale di oltre 890 milioni di euro pagati dai contribuenti. Resta da capire se, al 2007, i costi sono aumentati come prevedibile o se sono in parte diminuiti a seguito della Finanziaria 2006, che riduceva gli indennizzi del 10%.

Roma ladrona? Non più di tanto. Se infatti andiamo a mettere in rapporto gli stipendi ricevuti con il numero degli abitanti da "amministrare", il quadro cambia di molto: sì, Veltroni prende 9.762 euro ma governa su oltre 2 milioni e mezzo di persone; mentre Cofferati e Emiliano, che prendono circa 200 euro in meno, si trovano ad amministrare appena 300 mila persone circa (320.000 Bari, 370.000 Bologna). Anche l'annosa lotta Roma-Milano viene vinta dalla Capitale, con la Moratti che si trova a guadagnare 9124 euro per governare su poco più di 1.300.000 cittadini.

Intanto Veltroni sta già preparando le contromisure alle critiche che gli saranno mosse, annunciando - proprio per domani - l'esame da parte della sua giunta di una delibera per fissare nuove regole per calcolare le retribuzioni dei vertici delle aziende collegate al Comune di Roma. "Secondo una prima stima, in questo modo il costo per le aziende comunali si ridurrà complessivamente di circa 500 mila euro all’anno" ha detto. Speriamo sia vero.

foto | Flickr

  • shares
  • Mail
23 commenti Aggiorna
Ordina: