Roma, agguato davanti all'asilo. Sindaco Raggi: "indignata, servono più poliziotti"

agguato asilo magliana roma

Un agguato davanti a un asilo è avvenuto questa mattina a Roma in zona Magliana, alla periferia della capitale. Il bersaglio era un uomo di 34 anni, già noto alle forze dell'ordine, che aveva appena accompagnato le due figlie a scuola.

A dare l'allarme è stato un altro genitore che avrebbe assistito all'agguato davanti all'asilo. L'uomo ferito è stato soccorso in strada dal personale del 118 che lo ha poi trasportato d'urgenza in ospedale. Ricoverato, il 34enne verserebbe in gravissime condizioni: almeno un colpo di arma da fuoco lo ha raggiunto alla testa.

Secondo le testimonianze raccolte dagli investigatori della Squadra mobile chi ha sparato è giunto sul posto in sella a una moto di grossa cilindrata con il volto coperto da un casco. Pochi dubbi sul fatto che volesse uccidere. Diversi i colpi esplosi, la vittima era appena salita sulla sua auto e stava per partire.

La pista seguita è quella di un regolamento di conti. La polizia sta scavando nei diversi precedenti della vittima alla ricerca di qualche collegamento. Il Messaggero spiega che l'uomo era sorvegliato speciale "presso il commissariato di zona" e che quattro anni fa era stato accusato di aver rapito un imprenditore all'Eur.

Il sindaco di Roma Virginia Raggi ha commentato con un tweet l'agguato davanti all'asilo alla Magliana dicendosi "indignata" e chiedendo più forze dell'ordine.

  • shares
  • Mail