I Rom ed i campi nomadi saranno tutti trasferiti oltre il Gra - Firmato il Patto per la sicurezza


I Rom via da Roma. Nero su bianco. Ufficiale. E’ una soluzione radicale che certamente farà discutere quella presa oggi dal comune di Roma ed dal ministero degli Interni: i villaggi Rom verranno abbattutti, tutti, ed i loro abitanti saranno collocati in nuove aree fuori dal Gra chiamati villaggi della solidarietà.

Le parole d’ordine alla base del patto sulla sicurezza firmata da Veltroni, Serra, Marrazzo, Gasbarra ed Amato, ovvero il provvedimento che prevede, per l’appunto, lo sgombero di tutti i campi nomadi da Roma, saranno solidarietà e sicurezza. Da un lato, infatti, il trasferimento dei campi servirà per cercare di venire incontro alle richieste di sicurezza che si sollevano da una parte dei cittadini romani. Dall’altra, grazie ai villaggi della solidarietà, si darà a tutti i Rom uno spazio più grande e più confortevole, prima condizione per una futura ed eventuale integrazione.

Il trasferimento avverrà entro un anno ed i villaggi della solidarietà saranno quattro, tutti oltre il Gra ma in zone ancora non individuate. Il piano per la sicurezza prevede poi una ridistribuzone sul territorio delle forze dell’ordine per cercare di contrastare accattonaggio, vendita abusiva di oggetti. “La presenza delle forze dell’ordine sarà incrementata di 200 uomini in più – ha infine sottolineato Veltroni – tutti saranno operativi sul territorio”.

  • shares
  • Mail
66 commenti Aggiorna
Ordina: