"Se li abbandoni il bastardo sei tu" - Torna la campagna per non abbandonare i cani



Oggi, 12 maggio, alle 15, nel Parco Gino Cervi di Vigne Nuove, cani e gatti di tutti i tipi parteciperanno ad una sfilata sui generis a loro dedicata, nel tentativo di dare voce a quanti, non avendo il dono della parola, sono destinati a non essere ascoltati.

“Se lo abbandoni il bastardo sei tu!” è la campagna promossa dal vice-Presidente vicario del Consiglio provinciale di Roma Bruno Putrella che denuncia una crescita esponenziale del fenomeno dell’abbandono e che manifesta il sogno di vedere tutte le Istituzioni unite in nome dell'amore per gli animali.

La giornata si aprirà con una sfilata di cani prevalentemente meticci (ma non solo!) per dire addio al mito della razza, anche tra i pets, poi seguiranno una mostra fotografica, un’area ristoro, uno spazio bambini e la partecipazione di varie associazioni animaliste ed ambientaliste. Interverranno anche i cani randagi ospiti del rifugio “La Nuova Cuccia” in attesa di adozione, accuditi, per il momento, dai volontari dell'associazione “Quinto Mondo”.

Non ho intenzione di dilungarmi in sterili discorsi sul perché gli animali debbano essere tutelati e, se non amati, almeno rispettati…ma certo la strenua difesa compiuta da geni indiscussi della storia dell’umanità (Leonardo da Vinci, Kant, Hanna Arendt e non mi dilungo su Gandhi) dovrà pur voler dire qualcosa!

L’estate si avvicina a grandi passi mentre già si profila all’orizzonte per moltissimi animali lo spettro dell'abbandono. Non ci sono scuse per un simile atto di viltà. La grandezza di un essere umano è data dalla sua capacità di provare empatia verso il prossimo, qualunque tipo di prossimo.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: