Il Boom economico di Roma - Nella Capitale crescono imprese, occupati e turismo

L’economia di Roma continua a crescere, nascono centinaia di nuove imprese, il turismo aumenta, e la città eterna è meta prediletta nella Vecchia Europa di stranieri investitori e Vip. Non è il libro delle favole ne un fulmine a ciel sereno. Quanto descritto sopra è solo l’ennesima conferma del boom economico romano riaggiornato oggi dalla Camera di commercio della Capitale attraverso la sua relazione annuale.

Vediamo qualche dato. Roma, pur rimanendo nell’immaginario collettivo, specie al nord, Capitale dello statalismo, del pubblico impiego, della pigrizia e dei servizi, è invece una città estremamente dinamica: le imprese registrate al 31 dicembre 2006 sono risultate 409.957, con un tasso di crescita del 2,9% contro il ben più basso 1,2% che è il dato italiano. Il loro tasso di mortalità è al 5,3% (5,8% in dato nazionale) contro quello di natalità all’8%. Gli occupati, invece, sono 1.588.000 unità (+24.000 rispetto al 2005) con un tasso di occupazione del 61,4%. La disoccupazione scende al 7,2% con uno 0,1% in meno in un anno.

Bene, come detto, anche il turismo. Complessivamente gli arrivi nel Lazio sono stati 11.158.447 unità (+9,4%), 5.334.000 dei quali italiani e 6.659.000 stranieri. In grande aumento i cinesi ed i russi (+12% e + 11%), ma cresconbo anche tedeschi, americani, spagnoli e francesi. Cosa molto interessante è che, nonostante si pensi il contario, Roma ed il litorale laziale sono anche meta di visite di Vip stranieri e di investimenti internazionali. Lo dice uno studio di Klaus Davi & Co. Ecco alcuni nomi di tanti attori che hanno comprato casa o hanno visitato la città: Tom Cruise, Joseph Finnes, Carolina di Monaco, Michael Douglas (che ha casa a Ponza) e Kathleen Turner (vive ad Alatri).

Altri dati economici. Sorprende l’industria. Oltre al tradizionale settore dell’elettronica e del comparto dell’alta tecnologia, oggi rappresentato internazionalmente dalla Tiburtina Valley, vanno forte anche il metalmeccanico (37% dell’export di tutta la provincia), la chimica, la gomma e la plastica. Crescono, infine, le imprese femminili (89.484, con un +4,5% rispetto al +1,5% dell'Italia), quella degli immigrati (34.678 cariche, + 11,3%) ed i consumi interni delle famiglie di Roma in crescita dell'3,1% rispetto al 2003.

  • shares
  • Mail
55 commenti Aggiorna
Ordina: