Roma 2024, Malagò contro Raggi: "L'85% dei romani vuole le Olimpiadi"

Dopo l'antipatica anticamera davanti all'ufficio del sindaco di Roma, durata 35 minuti, e l'annuncio in conferenza stampa di Virginia Raggi del suo "no" alla candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024 Gianni Malagò, presidente del CONI, è parso letteralmente su tutte le furie.

In una conferenza stampa organizzata al CONI nel pomeriggio di ieri il presidente del Comitato Olimpico italiano si è sfogato non poco, commentando la decisione del sindaco Raggi:

"Quasi coprendoci di poco serio, eravamo disposti a dire di fare un referendum. Perché ci è stata negata la diretta streaming da quelli che sono i paladini della trasparenza? Perché loro hanno i sondaggi come li abbiamo noi e sono chiarissimi: la gente vuole le Olimpiadi, l'85% chiede la candidatura olimpica [...] Noi non dobbiamo organizzare le Olimpiadi. Noi dobbiamo decidere se continuare a sperare di candidarci ad avere le Olimpiadi oppure a staccare le spina. Perché il grande tema, lo dico con zero polemica ma con molta lucidità, consiglio alla sindaca e al vicesindaco di non presentare quella mozione del consiglio comunale perché quella mozione è uguale a Wikipedia parla di città mai state candidate. Su tante cose, sul mondo dello sport, bisogna prima sapere di cosa si parla. Esempio Amburgo e Boston. Citano Madrid, gli amici spagnoli sono arrabbiati. Madrid non si è mai ritirata"

Secondo qualcuno Malagò parla, quasi, da futuro candidato a sindaco di Roma.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: