Caso Roma: Vincenzo De Luca attacca il M5S. La replica: "Offese volgari e ingiuriose"

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca commenta la situazione politica a Roma Capitale in uno dei suoi "show" su Lira Tv dove attacca molto pesantemente il Movimento 5 Stelle.

"La vicenda Roma ci sta stancando, è un circo equestre quello che il M5S ha aperto, stiamo coprendo di ridicolo la capitale d'Italia".

Nell'analisi di De Luca, nel suo abituale stile teatrale, i principali obiettivi diventano Roberto Fico, Luigi di Maio e Alessandro Di Battista: "Siamo di fronte a tre mezze pippe, tecnicamente sono tre sfaccendati. Questi tre sono miracolati che hanno sfruttato l'onda grillina. La cosa davvero drammatica è immaginare che questi soggetti possano avere in mano l'Italia".

Ma la frase che più ha fatto indignare il M5S è la seguente: "Questi tre si odiano, si abbracciano ma sono falsi come giuda, in realtà ognuno vorrebbe accoltellare l'altro alla schiena... falsi come giuda... però in pubblico baci e abbracci... che vi possano ammazzare tutti quanti".

I Capigruppo M5s Camera e Senato hanno replicato con un post sul blog, eccone alcuni passaggi:

Sarebbe fin troppo facile rispondere agli epiteti al solito volgari di un De Luca ostaggio di un – lui sì – personaggetto che tanto piace ai media.

Sarebbe fin troppo facile contrapporre alle sue parole l’elenco delle giunte amministrate dal Pd a braccetto con la mafia.

Pretendiamo che il Pd prenda le distanze dalle offese volgari e ingiuriose di De Luca.
Il Pd dimostri con una presa di distanza che a quelle parole di spirito di collaborazione istituzionale di cui Renzi in questi giorni buonisti così tanto si ammanta, seguano, almeno una volta, fatti concreti.

  • shares
  • Mail