De Dominicis: "Complotto contro di me, M5S asilo infantile"

de-dominicis-grillo.jpg

Sono durissime le parole di Raffaele De Dominicis contro il M5S dopo lo stop alla sua nomina come assessore al bilancio di Roma Capitale.

L'ex magistrato usa toni forti per attaccare il Movimento, salvando (in parte) solo la stessa Virginia Raggi.

De Dominicis è stato intervistato da Repubblica dopo il post di Virginia Raggi che annunciava il dietrofront dovuto - si è scoperto dopo - alla presunta esistenza di un'indagine nei confronti dello stesso mancato assessore.

"È un complotto. Sono vittima di un'ingiustizia grave e senza precedenti", dice. De Dominicis spiega che l'unica indagine a cui si potrebbero ricollegare le decisioni sarebbe "una cosa di due anni fa, archiviata".

Il non-assessore dichiara di non essere a conoscenza di nuove indagini su di lui:

"Non ho mai ricevuto alcun avviso di garanzia dalla procura e sono pronto a denunciare chiunque dirà o scriverà che c'è un fascicolo a mio carico. O dicono una falsità o hanno violato il segreto istruttorio. È un'associazione a delinquere. In un caso o nell'altro, scatteranno delle denunce. Non so niente su questa fantomatica indagine. Non ho nessuna incompatibilità. Qualcuno mi sta screditando e la mia reazione sarà terribile".

La furia di De Dominicis:

"Quello non è un partito. Due str***etti vogliono fo***re Roma e la Raggi".

E ancora:

"La politica non fa per loro. Ma quale codice d'onore. È un asilo infantile. Hanno perso un'occasione per dare una mano a Roma. Ha deciso il direttorio? Quattro che neanche hanno finito gli studi".

Alla domanda 'ora cosa farà?' la risposta è netta: "La Raggi deve chiarire. Non ero del M5S e non sarei disposto a tornare indietro nemmeno se venissero in ginocchio".

  • shares
  • Mail