Comune Roma: revoca e dimissioni per il capo di gabinetto Raineri, si dimette anche Minenna

virginia-raggi-1.jpg Primo formale momento di crisi per la giunta Raggi, con la revoca dell'incarico del capo di gabinetto Carla Raineri e le dimissioni dell'assessore al bilancio Marcello Minenna.

Le notizie su Raineri e Minenna arrivano stamattina dopo una notte convulsa segnata da un post su Facebook pubblicato dal sindaco Virginia Raggi in un insolito orario: le 4 del mattino.

Nel suo messaggio, Raggi comunicava la revoca dell'incarico di Carla Raineri, dopo le polemiche sul suo compenso. L'ordinanza di revoca nasce da un parere negativo sulla nomina arrivato dall'Autorità Nazionale Anticorruzione presieduta da Raffaele Cantone. Così il post del sindaco Raggi:


In mattinata le conseguenze di questo messaggio sono state immediate: si sono dimessi sia Carla Raineri che Marcello Minenna. Le dimissioni di Raineri erano di fatte obbligate dopo la revoca, mentre ancora mancano dichiarazioni sul passo indietro del "super-assessore" Minenna.

Art. 90 e 110 Tuel: cosa sono

La dichiarazione dell'Autorità Nazionale Anticorruzione riportata da Virginia Raggi fa riferimento all'art. 90 e 110 del Tuel. Di cosa si tratta? Il Tuel è il Testo Unico Enti Locali che - negli articoli menzionati - si occupa di "Organizzazione e personale".
L'articolo 110, quello impropriamente utilizzato dalla giunta, si riferisce agli "incarichi a contratto". Secondo l'Anac invece Carla Raineri sarebbe dovuta entrare nello staff comunale con l'art. 90, quello su "uffici di supporto agli organi di direzione politica".

  • shares
  • Mail