Roma, cede una grata in strada: donna precipita e muore

largo-giuseppe-artigiano-incidente-roma.jpg

Una donna di 37 anni è morta a Roma, in largo San Giuseppe Artigiano, in zona Portonaccio, a causa del cedimento di una grata. Tiziana Laudani è precipitata per otto metri, trovando la morte in un garage sotterraneo mai completato e posto sotto sequestro.

Poco prima delle 23 di ieri sera, la donna stava camminando in un tratto di strada privo di illuminazione quando è caduta nel vuoto: il peso della donna ha fatto cedere la grata di metallo. Nel tentativo di salvare la donna è rimasto ferito un uomo, un nordafricano che si trovava sul posto.

Dai primi rilevamenti sembrerebbe che nel punto dell’incidente non vi fosse alcun tipo di protezione o avvertimento.

La piazza dove si è consumata questa tragedia è chiusa al traffico da sette anni per la costruzione dei parcheggi e da tempo è oggetto di numerose proteste degli attivisti del Comitato Beltramelli-Meda-Portonaccio:

“Diverse volte siamo scesi in quei parcheggi per documentarne il degrado, abbiamo organizzato assemblee pubbliche e manifestazioni, affisso striscioni di protesta, ma l'Amministrazione ha sempre preferito vederla così, non illuminata e degradata, rimanendo indifferente a quei cittadini che pretendono giustamente di vivere un quartiere più sicuro e dignitoso”,

ha dichiarato a Repubblica il presidente del Comitato, Fabrizio Montanini, ricordando come una maggiore attenzione avrebbe potuto evitare questa tragedia.

Via | Repubblica

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail