Roma, aggredito fuori da un locale dell'Eur: ragazzo in coma

ambulanza bambino morto meningite

Secondo una notizia che riporta oggi la pagina romana di Repubblica un ragazzo, qualche giorno fa, è stato aggredito a calci e pugni fuori da un locale nel quartiere romano dell'EUR ed è finito in ospedale. Dopo qualche giorno le sue condizioni si sono aggravate e ora il giovane, un cittadino romano di 33 anni, è in coma. I suoi familiari cercano testimoni.

Lo scorso 13 luglio una scazzottata scaturita per futili motivi si è trasformata in una tragedia davanti all'ingresso del Fiesta, in via delle Tre Fontane.

Secondo la ricostruzione del quotidiano del gruppo Espresso il giovane 33enne, Stefano I., sarebbe stato preso di mira da due ragazzi all'uscita del locale dopo che, pochi minuti prima, avevano avuto un diverbio all'interno. Raggiunto all'uscita poco prima di salire su un taxi Stefano sarebbe stato aggredito a calci e pugni.

È stato lui stesso a chiamare i soccorsi e farsi trasportare al Sant'Eugenio, è stato poi dimesso con diverse costole fratturate ma nei giorni successivi le sue condizioni sono peggiorate e venerdì è stato ricoverato d'urgenza al Vannini.

Qui, per via di un'infezione, è stato messo in coma farmacologico. La famiglia cerca testimoni per fornire elementi ai Carabinieri che indagano sull'aggressione.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail