Villa Ada, ragazzina di 16 anni abusata. Rilasciati i sospetti: "Rapporto consensuale"

Polizia Roma arresta rapinatore grazie a gps smartphone della vittima

13:36 - Sono stati rilasciati i due presunti stupratori, di origine nordafricana, fermati ieri dalla polizia in una baracca a Villa Ada accusati da una giovane di 16 anni di violenza sessuale: i due restano comunque indagati per violenza sessuale aggravata ma la decisione di scarcerarli sarebbe stata presa in virtù degli accertamenti medici sulla ragazza, dai quali non risulterebbero segni della violenza sessuale.

La ragazza pare abbia mentito anche sul presunto appuntamento che aveva con delle fantomatiche amiche: infatti risultata scomparsa 4 giorni fa da Firenze e a dare l'allarme fu la nonna, che ieri si trovava a Roma per le ricerche. Secondo la versione fornita dai due sospettati il rapporto c'è si stato, ma consensuale da parte di tutti.

18 luglio 2016, ore 9:40 - Secondo quanto riferisce il quotidiano Repubblica una ragazzina di 16 anni, romana, sarebbe stata violentata da due uomini di 26 e 30 anni a Villa Ada, il grande parco romano tra il quartiere Parioli e il quartiere Salario.

La minorenne avrebbe avuto il coraggio, dopo mezz'ora di abusi, di chiamare i soccorsi ed è stata poco dopo notata da due poliziotti all'altezza del civico 27 di via Panama: erano le ore 20:35 e lei, riferisce Repubblica, si trovava appoggiata a una macchina e non riusciva a reggersi in piedi per lo choc.

La ragazzina avrebbe avuto un appuntamento con due amiche ma, raggiunto il parco di Villa Ada, sarebbe stata adescata dai due uomini, che portandola in una baracca nel parco avrebbero abusato di lei a turno. Riuscita a fuggire ha avvisto la polizia, indicando agli agenti il luogo della violenza: grazie all'intervento della Forze dell'Ordine i due sono stati fermati ed arrestati, trasferiti in caserma ed accusati di violenza sessuale. I due sono ora in stato di fermo in attesa di incontrare il GIP.

  • shares
  • Mail