Gli animali esotici del Centro recupero fauna selvatica dell'Appia Antica

Il Centro recupero fauna selvatica dell'Appia Antica di Roma non si occupa unicamente del soccorso e della riabilitazione di molte specie animali native della zona, dai pipistrelli alle civette, dai gheppi ai ricci, ma ospita da qualche tempo anche numerosi animali esotici sequestrati a chi non li poteva tenere, animali arrivati illegalmente nel nostro Paese scoperti in porti e aeroporti.

Si tratta di pitoni, lemuri, una tartaruga gigante, un'aquila e persino un caimano, alcuni dei quali provengono dalla collezione privata di un trafficante di droga romano e oggi ospiti della clinica veterinaria speciale del Centro:

"La reintroduzione di questi animali nel loro habitat è possibile ma è molto difficile. Prevede dei progetti tra lo Stato italiano e altri Stati. E' possibile ma difficile"

spiega Umberto Cara, responsabile della clinica. Il traffico di animali esotici è un grande business per la criminalità organizzata, un giro d'affari mondiale che vale 30 miliardi di dollari l'anno.

Foto | Il Nostro Regno Degli Animali Centro Recupero Fauna Selvatica su Facebook

  • shares
  • Mail