Elezioni Comunali Roma 2016: Virginia Raggi presenta i 9 (+1) assessorati del progetto 5 Stelle

Virginia Raggi, dopo le anticipazioni di ieri di Luigi Di Maio, ha ufficializzato il progetto 5 Stelle per Roma.

Virginia Raggi ha pubblicato questa mattina un video (e in un post sul sito di Beppe Grillo) in cui illustra il progetto 5 Stelle per Roma, vale a dire quali assessorati creerà se sarà eletta sindaca di Roma. Come anticipato ieri da Luigi Di Maio, presente con lei a un evento elettorale, uno degli assessorati sarà pro tempore e si tratta di quello dedicato alle partecipate. Raggi infatti spiega:

“Le partecipate sono tutte quelle società (a Roma sono 80) che erogano servizi per conto del Comune di Roma. È chiaro che 80 società significa 80 consigli di amministrazione, 80 presidenti: uno sperpero di soldi immane, circa 1,7 miliardi di euro rispetto a tutto il bilancio capitolino. E i servizi sono assolutamente sotto la media. Ragioni di buon senso e, peraltro, una normativa specifica, ci impongono di procedere quanto più velocemente possibile alla riorganizzazione dell'intero settore ed è quello che faremo grazie a questo assessorato. Che sarà un assessorato a tempo, nel senso che nel più breve tempo possibile dobbiamo raggiungere l'obiettivo di razionalizzare le partecipate e quindi questo assessorato, di conseguenza, sarà chiuso e cesserà la sua funzione”

Gli altri nove assessorati saranno:
1) Assessorato al Bilancio, risorse economiche e patrimonio
2) Assessorato ai Diritti alla persona, alla scuola e alle comunità solidali
3) Assessorato alla Sostenibilità ambientale
4) Città in Movimento (si occuperà del trasporto pubblico)
5) Assessorato alla Crescita culturale
6) Assessorato allo Sviluppo economico, al turismo e al lavoro
7) Assessorato alla Qualità della vita, all'accessibilità, allo sport e alle politiche giovanili
8) Assessorato all'Urbanistica e ai lavori pubblici
9) Assessorato alla Roma semplice

La candidata sindaca spiega poi che con gli assessori fisserà degli obiettivi chiari che saranno verificati periodicamente e aggiunge:

“È infatti essenziale, da oggi, iniziare a lavorare per obiettivi e raggiungerli affinché si possa realmente avere un risultato concreto che tutti i cittadini possano toccare con mano. Non ci interessano logiche di spartizione di poltrone, non ci interessa il manuale Cencelli, noi vogliamo e abbiamo un progetto serio per la città di Roma, perché finalmente deve ripartire!”

  • shares
  • Mail