La mia panchina preferita

my favorite bench

Questa è diventata la mia. A Villa Torlonia, quasi in discesa. In mezzo al prato. Piuttosto isolata. Di spalle al tramonto, di fronte alla casina delle Civette. Mi piace perché è "scomoda", e difficilmente viene presa d'assalto.

Stiamo parlando di panchine. Argomento caro agli innamorati (non ancora amanti), agli anziani, ma anche ai giovani genitori, e a tutti gli amanti dei parchi che non necessitano proprio del contatto con l'erba e le frasche, luoghi culto invece per chi vuole "lasciarsi andare"... in tutti i sensi.

Ebbene, ultimamente frequento spesso Villa Torlonia, e ho scelto questa panchina, un po' come si sceglie un divano. Certo non è di legno mastello con incisioni eleganti e romantiche, come quella di Notting Hill, ma sapete com'è, a Roma ce la sognamo la "trasgressione" anglosassone, che perdona uno scavalco notturno di un'inferriata per andare a pomiciare... Da noi le panchine in legno le sfasciano proprio.

my favorite bench
my favorite bench

Anzi, nella stessa Villa Torlonia, hanno dovuto sostituire la panche in legno proprio per questo motivo. Ad ogni modo questa è la #myfavoritebench, ed ho pensato che sarebbe divertente creare una mappa virtuale e internazionale di questa scelta sedentaria.

Ho trovato un panchinaro/a a Parigi, molto bohemienne va detto. Così ho creato una mappa su Google Maps che si chiama proprio MyFavoriteBench, ed ho già caricato la mia panchina. Tutti sono invitati a collaborare.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: