Operazione "All’ombra del Cupolone": maxisequestro per 25 milioni di euro, anche 4 bar e ristoranti

foto0614.jpg

La Questura di Roma ha annunciato oggi i risultati dell'operazione denominata "All’ombra del Cupolone", che ha portato all'individuazione di "patrimoni di mafia o, comunque, illecitamente accumulati", per un valore totale di 25 milioni di euro.

È scattato il sequestro, in base alle normative antimafia, per nove soggetti nati nelle province di Roma e Reggio Calabria. Si tratta, spiega la Questura, di "un nuovo gruppo criminale trasversale, comprendente i sopra indicati esponenti della ’ndrangheta, della camorra e della nota famiglia sinti dei Casamonica, che si accordano formando di fatto una società d’interessi illeciti, finalizzata a riciclare nella città di Roma i rispettivi profitti, di cui è stato effettuato il sequestro".

Tra i beni sequestrati anche quattro locali di ristorazione: il bar "Pio Er Caffè", il bar "L’Angolo d’Oro" e la trattoria "Hostaria Sora Franca", tutti ubicati nei pressi del Vaticano, e un ristorante in zona Trastevere.

Sequestrati anche una palestra e un negozio di scarpe a Ciampino. In totale i beni sequestrati comprendono:

· 10 unità immobiliari;
· 43 società e/o imprese individuali;
· 45 aziende commerciali e cooperative;
· 30 veicoli;
· svariati rapporti bancari e postali individuati finora presso 68 istituti.

  • shares
  • Mail