Botticelle romane, indagine su 41 vetturini: animali tenuti in condizioni pessime

La procura di Roma ha iscritto a registro degli indagati 41 vetturini, con l'accusa di maltrattamento dei cavalli: due anni fa le proteste degli animalisti avevano portato al sequestro dell'area dell'ex-mattatoio, ai piedi di Monte Testaccio, nell'ottobre di due anni fa.

L'area era stata posta sotto sequestro proprio per le condizioni in cui venivano ricoverati i cavalli ma da allora ben poco è stato fatto: tutt'ora si trovano lì le stalle per il ricovero dei cavalli e le botticelle romane, tanto amate dai turisti, continuano ogni mattina a partire da Testaccio per raggiungere i monumenti del centro città.

Secondo quanto riporta Repubblica Roma per i cavalli era sempre notte fonda, obbligati a stare in stalle senza alcuna finestra e fatti uscire solo per andare a "lavorare" e l'iscrizione a registro degli indagati a carico di ben 41 vetturini, uno dei mestieri "storici" a Roma, dipende proprio dal fatto di non aver dato il giusto conforto ai loro animali maltrattandoli.

In teoria le botticelle si sarebbero dovute spostare in una nuova area all'interno di Villa Borghese, dopo lunghe diatribe legali con la proprietà dell'area di Testaccio, ma la situazione è ancora ferma al palo e la procura di Roma sta indagando anche su questo.

  • shares
  • Mail