Elezioni Comunali 2016, Mario Adinolfi: "Estirperò le colonie del male"

Mario Adinolfi, candidato sindaco a Roma del Popolo della Famiglia, ha parlato ieri sera ai microfoni della trasmissione radiofonica 'La Zanzara', su Radio24, elencando i punti salienti del suo programma elettorale. In particolare, rintuzzato da Cruciani e Parenzo,Adinolfi si è prodigato in lunghe filippiche circa la moralità della città di Roma, che sarebbe stata perduta nelle abitudini giovanili e moderne.

"A Roma estirperò le colonie del male" ha detto Adinolfi spiegando che "nella Capitale ci sono un sacco di dark room, posti dove si fanno gli after, ci si droga come pazzi. Per me luoghi dove si consuma droga vanno chiusi. I posti del delitto Foffo o quelli della Roma Nord del pr che adesca i ragazzini 14enni, quelle finte associazioni dove si pratica questo comportamento verranno chiuse".

Adinolfi, da buon cattolico, ha anche parlato di aborto e valori, spiegando che se non potrà vietare l'aborto incentiverà con denaro le nascite all'interno del Comune di Roma:

"Posso fare una delibera per incentivare la natalità con i soldi e dare forza ad associazioni come i centri aiuto alla vita che per vocazione prendono una ragazza che vuole abortire e la mettono nella condizione di non farlo"

  • shares
  • Mail