Al Policlinico Gemelli di Roma il primo cinema in ospedale

52279021.jpg

Il Policlinico universitario Agostino Gemelli di Roma ha aperto la prima sala cinematografica presente all’interno di un ospedale italiano: si tratta di una novità assoluta nel panorama ospedaliero ma anche un modo per capire se e quanto la cinematerapia ha effetti positivi sui pazienti.

La sala cinema del Gemelli si trova tra l’ottavo e il nono piano, può ospitare fino a 130 persone tra pazienti, familiari, amici, volontari e personale di assistenza e sarà inaugurata con la proiezione in anteprima del film "Libro della Giungla". Il progetto è stato sostenuto grazie ai fondi raccolti da MediCinema Italia Onlus ed ha avuto un costo totale di circa 500 mila euro, ottenuti anche attraverso il sostegno di partner di peso come Walt Disney e Rai.

"Il nostro obiettivo è quello di ridurre lo stress dei pazienti, cercare di rimuovere in qualche modo le preoccupazioni di chi deve sottoporsi a un’operazione chirurgica o a un esame fastidioso, ma anche, per esempio, a donne che hanno una gravidanza difficile"

ha dichiarato alla Stampa Celestino Pio Lombardi, responsabile della Commissione medico-scientifica del progetto, mentre il direttore generale della fondazione Policlinico Gemelli Enrico Zampedri ha commentato:

"Già giovedì scorso abbiamo avuto un primo paziente che è venuto a vedere un film: un bambino da noi ricoverato per il quale era proprio la prima volta che vedeva un film al cinema. È stato un momento bellissimo, di forti emozioni."

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail