Roma, San Lorenzo in Lucina: esplosione nel bar Ciampini. Un morto

bar-ciampini.jpg

Si è verificata poco fa un'esplosione in piazza San Lorenzo in Lucina, nel seminterrato del bar Ciampini. Dai primi lanci di agenzia, si apprende che un dipende è morto perché rimasto intossicato.

Dopo la deflagrazione è stato chiamato subito il 118. Il lavoratore, di origini filippine, è stato trasportato in codice rosso all'ospedale Santo Spirito. Ma non c'è stato nulla da fare. Il dipendente del noto bar romano sarebbe rimasto intrappolato nell'ascensore, e successivamente tirato fuori dall'intervento dei vigili del fuoco.

Tra le ipotesi dell'esplosione, c'è quella di un cortocircuito o di un incidente alle bombole del gas della cucina. Il seminterrato, utilizzato come deposito, ospita due celle frigorifere: proprio lì potrebbe esserci stato il corto circuito, a cui è seguita la grande fuga di fumo.

Piazza San Lorenzo in Lucina è stata transennata. Al momento dell'esplosione c'è stato un fuggi-fuggi generale, ed è subito partita la psicosi terrorismo.

L'avvocato ed ex deputato Giulia Bongiorno è stata tra i primi a diffondere la notizia. Inotrno alle 11.30 ha twittato:


(in aggiornamento)

Credit Photo | Twitter

  • shares
  • Mail