Ecomuv: il bollino blu a Roma diventa elettronico

Smog_SimoneRamella

Con il Decreto Liberalizzazioni del governo Monti è stato abolito l’obbligo annuale di rinnovare il cosiddetto bollino blu per certificare il controllo periodico dei dispositivi di combustione e scarico degli autoveicoli e dei motoveicoli.

Il Decreto Legge n. 5 del 9 febbraio 2012 dispone l’obbligo del bollino esclusivamente al momento della revisione obbligatoria periodica del mezzo, quindi per le auto nuove solo dopo 4 anni con la prima revisione, e poi ogni 2 anni. In ogni caso tutti i veicoli a motore che circolano nel territorio di Roma Capitale sono obbligati ad averlo in regola, per non rischiare sanzioni che vanno da € 80.00 a € 318.00, oltre al divieto di circolazione.

In più ora per, rendere più facili e rapidi i controlli dei trasgressori e il monitoraggio dei gas di scarico per i livelli di smog, dopo averlo sperimentato in 12 centri autorizzati di Roma, arriva l’Ecomuv, una certificazione con codice a barre (QR code), che sostituisce il bollino adesivo da affissare sul parabrezza del veicolo.

Non resta che appurare se con il sistema varierà anche il costo del nuovo controllo, che in sede di revisione periodica per il vecchio bollino blu ammontava a € 3,02, in ogni caso i dati informatizzati del codice a barre ora finiranno in un database ad uso e consumo dai tecnici capitolini e dalla Polizia Locale.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail