Roma, Metro A: a Flaminio fermato un ucraino con un fucile ad aria compressa

Piazzale Flaminio

Quasi due mesi dopo l’episodio di un uomo “armato” nella metro che aveva tenuto Roma per il fiato sospeso per qualche ora, se ne è verificato uno molto simile oggi, ma con una differenza fondamentale: mentre l’uomo fermato a gennaio aveva con sé un semplice fucile giocattolo che voleva dare al figlio, questa mattina alla stazione metro di piazzale Flaminio l’uomo fermato, un giovane ucraino, aveva un fucile ad aria compressa e anche delle munizioni calibro 12 da caccia e, imbracciandolo, si aggirava sulla banchina.

Il ragazzo è stato notato da una pattuglia di militari che erano in servizio in quella fermata e hanno chiamato il 113. La polizia lo ha fermato e lo ha portato al commissariato di Villa Gori. Il giovane ucraino ha anche opposto un po’ di resistenza agli agenti che tuttavia sono riusciti a disarmarlo. Tutto questo è avvenuto questa mattina intorno alle ore 8:30, dunque nell’ora di punta per i mezzi pubblici. Tuttavia, a differenza di quanto avvenuto a gennaio, questa volta non c’è stata una vera e propria caccia all’uomo perché il ragazzo è stato fermato quasi subito.

  • shares
  • Mail