Elezioni Comunali Roma 2016, la carta d'identità di Berlusconi (Foto)

Non sono mancate le frecciatine nei confronti degli alleati Lega e Fratelli d’Italia che non sono ancora convinti della candidatura di Bertolaso.

1457809076680-jpg-silvio_berlusconi__carta_d_identita.jpg

Anche Silvio Berlusconi ha votato alle Gazebarie del centrodestra che hanno confermato la candidatura di Guido Bertolaso a sindaco di Roma. L'ex Presidente del Consiglio si è presentato al gazebo del Pantheon ed ha subito rotto il ghiaccio con una battuta: "Fate votare anche i vecchi?". Subito dopo ha mostrato la sua carta d'identità, che è stata anche immortalata dagli operatori e dai fotografi. Il Presidente risulta essere residente a Roma, mentre lo spazio per la voce "professione" è stato riempito con delle 'X'.

Elezioni Roma 2016, Bertolaso: “Partecipazione alle Gazebarie oltre ogni aspettativa”

Berlusconi e Bertolaso

20.30 - Alla chiusura dei gazebo, avvenuta come da programma alle 18 di oggi, è stato Guido Bertolaso a fornire qualche dato su questa prima giornata di voto:

La risposta agli scettici la stanno dando i romani. E in ogni zona della città moltissimi cittadini hanno voluto esprimere la loro preferenza sul candidato sindaco e sulle linee guida per il programma. Alle ore 18, chiusura dei gazebo, è stata stimata un’affluenza tra le 29-31.000 persone. Una partecipazione oltre ogni aspettativa già per il primo giorno, tanto che alcuni seggi hanno dovuto chiudere anticipatamente avendo terminato le schede. Ecco perché domani il kit dei gazebo sarà rifornito di schede aggiuntive.

17.20 - Silvio Berlusconi oggi ha dato di fatto il via alla campagna elettorale per le comunali 2016 partendo dalla Capitale, dove sono in corso le cosiddette “gazebarie” volute soprattutto da Lega e Fratelli d’Italia per capire se ai romani piace davvero Guido Bertolaso come candidato sindaco del centrodestra. Il leader di Forza Italia ha votato stamattina in un gazebo del centro di Roma, poi ha tenuto un discorso e ha detto:

“Bertolaso non è il ‘nostro’ candidato, perché è lui è fuori dalla dinamica dei partiti, è un uomo di Stato, dei cittadini della Repubblica. Anche quando io ero a Palazzo Chigi e collaborava con me, non era un uomo politico, ma un uomo di Stato. Anzi, mi ha detto di non aver mai votato Forza Italia. Or che mi ha conosciuto spero che la stima per me gli faccia cambiare idea”

E Bertolaso ha applaudito e sorriso. Poi Berlusconi ha lanciato una frecciatina agli alleati, ossia Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia e Matteo Salvini della Lega Nord:

“I gazebo non sono un’iniziativa nostra, ce l’hanno chiesta i nostri alleati. Noi avremmo voluto svolgerla la settimana prossima per avere più tempo di organizzarla e far conoscere Bertolaso, ma ce l’hanno fatta anticipare e poi si sono sottratti. Sta a voi giudicare il loro comportamento”

E ha continuato:

“Stiamo conducendo una campagna di conoscenza di Bertolaso da parte dei cittadini romani, conoscenza anche della squadra che metterà in campo per riconsegnare ai cittadini la dignità e i servizi che sono mancati”

Oggi ha parlato anche Salvini, da Milano, dove ha partecipato a iniziative della campagna elettorale di Stefano Parisi e ha ribadito che secondo lui il miglior candidato sindaco per Roma sarebbe Giorgia Meloni.

Foto © Twitter

  • shares
  • Mail