Liquido tossico sul Lungotevere, sequestrata la zona

C'è presenza di percolato dove per anni ci fu un parcheggio dei mezzi della nettezza urbana.

People walk on a bridge over the Tiber river near the Isola Tiberina (Tiber Island) in Rome after the river's water level rose following heavy rains on February 6, 2015.  AFP PHOTO / ANDREAS SOLARO        (Photo credit should read ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

Un intero tratto di Lungotevere è stato sequestrato, a Roma, per la presenza di percolato, liquido tossico legato allo smaltimento dei rifiuti. La zona sottoposta a sequestro dal gip del tribunale di Roma è quello del Lungotevere Arnaldo da Brescia, vicino a piazza del Popolo, dove per lungo tempo sono stati parcheggiati i mezzi dell'Ama, la nettezza urbana.

Gli abitanti lamentavano non solo il cattivo odore, ma anche l'inquinamento acustico quasi incessante.

Già nel luglio scorso era partita l'indagine, dopo le proteste degli abitanti della zona che lamentavano anche il rumore per 19 ore al giorno. L'avvocato Antonello Giudice spiega: "Le indagini hanno confermato come la presenza dei compattatori non solo sia fonte di disturbo della quiete e della tranquillità dei residenti anche nelle ore notturne, ma sia anche causa di fuoriuscita di liquidi nauseabondi nel corso dell'attività di raccolta che imbratta l'area e determina un rischio di contaminazione".

Il sequestro pone fine a questa situazione, ma non è detto che sia una soluzione definitiva.

  • shares
  • Mail