Giubileo: non c'è il boom di arrivi per l'apertura della Porta Santa

Piazza San Pietro

"La gente venga con serenità e coraggio, non ci si lasci condizionare", ha dichiarato a Radio Vaticana il Sostituto della Segreteria di Stato, Angelo Becciu, in vista del Giubileo che si apre domani a Piazza San Pietro. Ma l'appello rischia di cadere nel vuoto, e già si parla di una partenza flop per quanto riguarda la presenze.

A lanciare l'allarme sono stati gli albergatori, che dicono esplicitamente che non c'è nessun boom di prenotazioni per il ponte dell'Immacolata. Giuseppe Roscioli, presidente di Federalberghi Roma, dice a Il Messaggero che già prima degli attentati in Francia i dati non erano confortanti: "avevamo svolto una ricerca prima dei fatti di Parigi e il tasso di occupazione degli hotel romani, sulla base delle prenotazioni, per l’8 dicembre era del 55 per cento, perfino inferiore al 68-70 per cento del 2014. Si poteva sperare in un recupero, ma dopo gli attentati in Francia abbiamo ricevuto non poche cancellazioni soprattutto dall’Asia, perché in Cina e Giappone solitamente si acquistano tour articolati che comprendono Parigi e Roma. Dunque, la paura ha portato ad annullare questo tipo di viaggi organizzati. Tornando al Giubileo, per il 2016 i segnali non sono di un’impennata di presenze, sempre sulla base delle prenotazioni già sarebbe un successo chiudere sul più 4 per cento".

Insomma, le previsioni sono grigie e Roma, dal punto di vista economico, potrebbe non avere quel beneficio che in molti speravano. E dello stesso avviso di Roscioli è il presidente del circuito di B&B e affittacamere Albaa. Come riportato da La Stampa, Federico Traldi conferma che le disdette sono state molte e le prenotazioni sono poche: "siamo al 50% in meno di posti letto occupati tra i nostri 700 soci, dei quali il 90% è a Roma centro, molti in area San Pietro".

A scoraggiare i pellegrini ci sono soprattutto due fattori: la psicosi attacchi terroristici e il fatto che Papa Francesco concede l’indulgenza anche rimanendo nella diocesi di appartenenza.

Intanto è già in funzione il centro accoglienza pellegrini in via della Conciliazione, dove si possono prendere i biglietti per l’accesso alla Porta Santa. Tuttavia fino a ieri non c’era folla. Dal Campidoglio provano a rassicurare: "Superata la paura-inaugurazione poi i numeri saliranno".

Eppure a differenza dell'Expo, quando i prezzi degli hotel salirono alle stelle a ridosso dell'evento, a Roma si sta verificando un fenomeno opposto. A tale riguardo, segnaliamo che Trivago, uno dei più importanti motori di ricerca per gli hotel, ha messo a confronto il prezzo medio di una camera doppia nella capitale nel periodo del Ponte dell’Immacolata dell'anno scorso e di quest'anno. Bene, nel 2014 era di 132 euro, mentre quest'anno è di 127 euro.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail