Befana a Piazza Navona: l'Anticorruzione annulla il mercato

Emerse irregolarità nell'assegnazione dei posti, il commissario Tronca ha chiesto l'annullamento del bando

roma-piazza-navona-photo-by-vittorio-zunino-celotto-getty-imagesjpg

La gara per l'assegnazione dei banchi per il mercato di Natale di Piazza Navona ha presentato irregolarità: è quanto emerso dalle analisi dell'Anac (l'Autorità nazionale Anticorruzione), che ha inviato un dossier al commissario Tronca, il quale ha chiesto al I Municipio la revoca del bando.

Secondo quanto rilevato dall'Autorità presieduta da Raffaele Cantone, la procedura del bando presentava scelte "non pienamente in linea con il quadro normativo". In particolare, è stato giudicato irregolare il criterio della doppia anzianità (di licenza e di posteggio), che determina "un aumento dell'incidenza del criterio dell'anzianità in assenza di qualunque supporto normativo o regolamentare, ed in contrasto con il carattere eccezionale che questo criterio dovrebbe avere". Insomma, il vulnus era proprio nella stesura originaria del bando, fatta dal I Municipio, più che nella successiva disciplinare del Campidoglio (che però ha ulteriormente complicato le cose).

Ora toccherà proprio al Municipio guidato da Sabina Alfonsi ufficializzare l'annullamento del bando. Ma le irregolarità segnalate dall'Anac non si fermano qui: sono stati fatti rilievi anche alla durata della concessione, che "deve essere tale da non limitare la libera concorrenza oltre il tempo necessario all'ammortamento degli investimenti, e comunque non superiore a 12 anni". Altre irregolarità nella stesura dei risultati: come "l'inserimento in graduatoria, anche in posizione apicale, di offerte in relazione alle quali viene accertata l'insufficienza o l'assenza della documentazione necessaria a valutare la qualità della merce offerta". Dagli atti non si evince nemmeno la verifica del possesso dei requisiti di carattere generale previsti dalla legge.

E ora? Annullato il bando, è praticamente impossibile che si riesca a mettere in piedi una nuova gara in tempo per allestire i banchi entro l'8 dicembre, come da tradizione. Quindi, per il secondo anno consecutivo, i romani rischiano di rimanere senza il mercato natalizio per eccellenza della Capitale: c'è però l'ipotesi di organizzare a piazza Navona una festa di Emergency, proposta lanciata dai Verdi e su cui stanno lavorando in molti.

  • shares
  • Mail