Campidoglio, manifestazione pro-Marino: "Ripensarci? Non vi deluderò"

cskarxswiaamgyx.jpg

15:08 - Era una piazza del Campidoglio coloratissima ed affollata dai sostenitori del sindaco Marino: in piazza hanno portato tanti palloncini colorati, rossi verdi e bianchi, con le scritte '#IostoconMarino', 'Marino ripensaci', 'Avanti tutta sindaco'.

Voi mi chiedete di ripensarci. Io ci penso e non vi deluderò. Noi siamo realisti, vogliamo l'impossibile.

Posted by Ignazio Marino on Domenica 25 ottobre 2015

Domenica 25 ottobre, ore 13:33 - L'hashtag è #MarinoResisti e le persone accorse ad esprimere solidarietà al sindaco di Roma dimissionario (ma non troppo) non sono poche: dalle ore 12 di oggi, domenica 25 ottobre, in piazza del Campidoglio si tiene un sit-in di liberi cittadini, organizzato con un tam-tam su Facebook, per incitare il sindaco Ignazio Marino a non dimettersi e a continuare nel suo operato.

Intorno alle 13 Marino sale sulla scalinata che affaccia su piazza del Campidoglio e arringa la folla, un migliaio di persone, dei suoi sostenitori riuniti a centinaia da prima di mezzogiorno, rilanciando nuovamente l'ipotesi di poter ritirare le sue dimissioni da sindaco di Roma entro il 2 novembre, data in cui diventerebbero effettive:

"Mi date il coraggio e la determinazione di andare avanti. Mi chiedete di ripensarci? Ci penso e non vi deluderò [...] State scrivendo una pagina straordinaria di democrazia che più di tante parole sigla l'unione tra romane e romani e il suo sindaco. In questi due anni abbiamo strappato il cancro di parentopoli di chi da queste stesse scale si era presentato col saluto romano. Abbiamo scelto sulla base del merito e delle competenze e non degli amici degli amici o sulla base delle tessere del partito [...] Ci siamo sicuramente fatti dei nemici. Qualcuno vorrebbe fermare questo percorso, adesso che la città può ripartire"

ha detto il sindaco sorridente alla nutrita folla.


Nonostante qualcuno ne metta in discussione i numeri, sembra in effetti che la città sia sempre più spaccata a metà tra chi sostiene il sindaco dimissionario "vittima" di giochi di palazzo e violenze clientelari e chi invece ne vorrebbe la testa su un piatto d'argento per "manifesta incapacità".

In una lettera di solidarietà firmata da Davide Tutino, vicepresidente del Consiglio del Municipio VII di Roma, radicale eletto nella Lista Civica Marino (in sciopero della fame dal 20 ottobre), Laura Reali, delegata Asl del sindaco, Emilia Lanave, assessore alle attività produttive in II Municipio, Franco Giacomelli, Radicale, fondatore dell'associazione Mare libero (in sciopero della fame ieri e oggi), Stefano Vitelli, dipendente comunale (in sciopero della fame ieri), Maria Laura Turco, avvocato, maratoneta e Gianni Colacione, direttore di Liberi Tv, Claudio Izzi (in sciopero della fame il 22 e il 23 ottobre) e Paolo Izzo, scrittore (in sciopero della fame da ieri), viene manifestata profonda solidarietà al sindaco, esortandolo ad andare avanti e non mollare.

(in aggiornamento)

Foto | Alessia Truzzolillo su Twitter

  • shares
  • Mail