"Libri senza casa", mostra di opere inedite

Dare ospitalità a quei testi inediti che non hanno avuto la possibilità di incontrare un editore e favorire il confronto/incontro tra persone che condividono la passione per la scrittura e la lettura. Questi gli obiettivi della mostra ''Libri senza casa'', organizzata dall'agenzia di servizi editoriali ''Il Menabò'' in collaborazione con la libreria ''Liber.MenTe'', e con il Patrocinio dell'Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Roma.

L'iniziativa, che prende ispirazione dal romanzo “La casa dei libri” di Richard Brautigan, ci viene segnalata dagli amici di Booksblog, come un modo per far circolare storie e idee evitando le consuete logiche editoriali. Se avete nel cassetto una storia interessante, dal 18 al 20 maggio 2007 Il Menabò e Liber.MenTe offrono al vostro manoscritto un posto sugli scaffali di una vera libreria in via del Pellegrino, 94 (Campo de’ Fiori).

Conclusa la mostra, i manoscritti saranno ospitati per un anno nello scaffale dei “Libri senza casa” a disposizione del pubblico che potrà o leggerli nella sala di lettura della libreria o prenderli in prestito.

Come si fa a partecipare?
Entro il 15 maggio 2007 è necessario inviare a Il Menabò, via della Stazione di Ottavia, 90 00135 Roma, due copie rilegate del proprio dattiloscritto (che deve ovviamente essere inedito), accompagnate da una scheda che indichi brevemente l’argomento dell’opera, i dati dell’autore, l’autorizzazione all’uso dei dati personali e la ricevuta del bonifico di € 25,00 per le spese di organizzazione.

Tutti i dettagli del regolamento li trovate sul sito de “Il Menabò” e sulla relativa Brochure.

Per ulteriori informazioni, potete scrivere a info@ilmenabo.it

  • shares
  • Mail